Le Piante del Bosco

Il bosco è un ecosistema costituito da un gran numero di specie tra cui alcune (le specie forestali) che lo qualificano da un punto di vista fisionomico e forestale.

bosco

La componente biotica è caratterizzata dalla presenza di piante, di animali e dell'uomo che, nel tempo, si è imposto come fattore di disturbo in quanto l'ha sottoposto ad intense forme di sfruttamento. Un tempo adempiva al fabbisogno di legna da fuoco, forniva il legname da costruzione, le piante fruttifere per l'alimentazione, le foglie cadute per lo strame, le ghiande per la nutrizione degli animali.

Ora, si incontrano anche alberi da frutto: nespoli, sorbi, fichi, pruni, mandorli, viti, olivi e ancora tracce di terrazzamenti, di sentieri e di dimore abbandonate, invase da una disordinata vegetazione spontanea. Da questo manto, in generale, e dalle sue piante, in particolare, provengono informazioni e notizie collegate ad altri orizzonti culturali, ad altri modi di sentire e all'esigenza di unirlo ad altri orizzonti culturali, che qui si fondono in una grande unità. Per questo, il bosco visto da un botanico è diverso dal bosco del poeta, così come è diverso da quello dell'ecologo, del letterato, del filosofo, del cacciatore, del viandante, dell'eremita, del brigante.

L'attuale realtà, ha ben poco di "naturale", pur conservando un alone di mistero e le radici più profonde dell'anima contadina; può comunque essere un'occasione per avvicinarsi a quel grande archivio di fatiche, di subalternità, di esperienze, di saggezza, di modi di dire, di consuetudini, di strumenti inventati, di colture che dovevano rispondere alle esigenze del suo abitante.

Rubrica e articoli di Antonio Todaro



Le piante del bosco: Alloro PDF Stampa Email
    

Laurus nobilis L. - Lauraceae
Fioritura: marzo-maggio - Parti raccolte: fiori - Tempo balsamico: tutto l'anno
L'etnobotanica euganea ricorda che nelle abitudini popolari, oltre ad aromatizzare, rendeva più stimolante a livello digestivo le vivande.

alloro 1 "Odio l'allor che quando alla foresta
le novissime frondi invola il verno,
ravviluppato nell'intatta vesta verdeggia eterno,
pompa dei collli, ma la sua verzura
gioia non reca all'augellin digiuno
ché splendida bacca, invan matura,
non coglie alcuno."

Leggi tutto...
 
Le piante del bosco: Cipresso PDF Stampa Email
    

Cupressus sempervirens L. - Cupressaceae
Fioritura: febbraio-maggio - Parti raccolte: foglie, rametti giovani, galbuli - Tempo balsamico: primavera 
 Il cipresso della Bibbia e della civiltà mediterranea è una conifera sempreverde dal portamento affusolato, probabilmente originaria dall'altipiano dell'Iran e attualmente coltivata in tutta l'area del Mediterraneo.

cipresso 1 Sviluppa numerosi rami sottili, appressati al fusto fin dal basso e rivestiti da piccole foglie persistenti, squamose e parzialmente sovrapposte l'una all'altra. A maturità forma un cono globoso, usato dagli Egizi per le sue proprietà astringenti, emostatiche e antinfiammatorie. Dalle foglie e dalla corteccia si estrae per distillazione un olio essenziale giallognolo impiegato in profumeria ed efficace per sedare mediante inalazioni una tosse convulsiva.

Nell'immaginario collettivo evoca dolci paesaggi, climi sereni, momenti di scuola. Può sembrare banale, ma non si può non ricordare "All'ombra dei cipressi o dentro l'urne...", oppure "Bei cipresseti, cipresseti miei, fedeli amici di un tempo migliore..." e riandare al mondo della scuola, agli amici, alla famiglia e ad una infanzia dai ritmi lenti con i bimbi che avevano molto tempo da riempire con la forza della fantasia, ai vicini di casa che si conoscevano e con cui ci si aiutava.

Leggi tutto...
 
Le piante del bosco: Corniolo PDF Stampa Email
    

Corniolo - Cornus mas L.  - Cornaceae
Fioritura: febbraio-aprile - Parti raccolte: frutti e corteccia - Tempo balsamico: autunno (frutti), primavera (corteccia)

corniolo 1 Sul finir dell'estate, inizia il tempo delle bacche. E di bacche, nelle nostre siepi, ce ne sono di tutti colori: brune, ambrate, violacee, rosse. Tutte sono un po' tentatrici, anche se, cedendo ad ogni lusinga, si potrebbe avere qualche sorpresa poiché qualcuna  si rivelerebbe urticante, qualche altra velenosa. Tra le bacche rosse, vi sono pure quelle prodotte dal corniolo, una pianta che molti sono in grado di individuare, anche se non tutti si sono posti la domanda se le belle bacche rosse,  che pendono dal ramo con un breve picciolo, possano servire a qualcos'altro oltre che a dare una nota viva di colore fra il fogliame dalle varie tonalità e i rami di bella forma. Rosso scura è pure la polpa interna, che racchiude uno o due semi duri, e che la botanica popolare ritiene, a maturazione completa, uno dei migliori frutti selvatici, ottimi al naturale, buoni anche cotti, passati e con l'aggiunta di miele, oppure salati come le olive o impiegati per produrre bevande e liquori.

Leggi tutto...
 
Le piante del bosco: Fico comune PDF Stampa Email
    

Ficus carica L. ; Fam. Moraceae
Fioritura maggio-settembre - Parti raccolte: foglie e frutti - Tempo balsamico: estate.

fico1E' un albero caducifoglio, alto anche una decina di metri, originario dell'Asia Minore e coltivato fin dall'antichità nell'area del Mediterraneo per le sue carnose e zuccherine infruttescenze. Il fusto, avvolto da una corteccia grigio-blu, porta delle grandi foglie semplici, alterne e di forma molto variabile provviste di 3-5 lobi più sviluppati verso l'apice e con minuscoli fiori apetali, posti all'ascella di una foglia e riuniti in infiorescenze che hanno un involucro a forma di anfora con piccola apertura. L'infiorescenza matura è rappresentata dal fico, definito dagli studiosi di botanica siconio, di un colore verde, marrone o viola scuro, talora con striature bluastre, lunga circa 5-8 cm, con la parte carnosa rossa o verde giallastro. Un pianta fruttifera, simbolo, nei tempi biblici, di libertà, di prosperità, di vita gioiosa e ampiamente  citata nei Vangeli e nel Corano, come realtà botanica e come simbolo della fertilità, della vita serena. "Nessuna nazione alzerà la spada contro un'altra e non impareranno più l'arte della guerra. Siederanno ognuno tranquillo sotto la sua vite e il suo fico e più nessuno li spaventerà" (Zaccaria 3,10).

Leggi tutto...
 
Le piante del bosco: Ginepro PDF Stampa Email
    

Juniperus communis L.  - Cupressaceae
Fioritura: febbraio-aprile - Parti raccolte: foglie, galbuli - Tempo balsamico: agosto-settembre

juniper-communisFra tutte le conifere il ginepro è la specie il cui areale di distribuzione abbraccia l'intero emisfero settentrionale, estendendosi dall'Europa, all'Asia, al Nord America, all'estremo Nord, all'Africa settentrionale. Il segreto di tanta diffusione sta nella grande capacità di adattarsi ai diversi ambienti sopportando il freddo più intenso e i lunghi periodi di siccità.

E' uno degli arbusti che per primi entrano a far parte della vegetazione dei pascoli, dei prati abbandonati, degli incolti aridi, dei pendii montani, radicandosi con un profondo intreccio di radici,  ramificandosi fin dalla base e sviluppando in ogni direzione rami ascendenti che gli conferiscono una forma colonnare. Le foglie, di color verde glauco e scanalate nella parte superiore, sono raccolte in ciuffetti di tre, sono appuntite, pungenti, lunghe circa un centimetro.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2
You are here:

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare l'esperienza d'uso. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookies. Per approfondire i cookies e come disabilitarli leggi la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information